Monday, November 21, 2005

Una strada per Sylvia

Per la prima volta al mondo una strada è stata intitolata a una persona transgender.
New York ha rinominato un angolo del Greenwich Village, intitolandolo a Sylvia Rivera, leggendaria protagonista della rivolta di Stonewall.

Per chi non lo sapesse (ma devo proprio dirvi tutto?), nel 1969 - il 28 giugno - un gruppo di gay, lesbiche e trans si ribellò per la prima volta ai soprusi e alle violenze della polizia di New York e per tre giorni si barricò dentro il bar Stonewall Inn, che ancora esiste nel Village. A capo di quella rivoltà ci furono proprio due trangender: la drag queen Sylvia Rivera, appunto, e una trans afroamericana. E Sylvia per prima lanciò una scarpa e una bottiglia di vodka vuota contro i poliziotti.
Per la prima volta i gay dimostravano di non voler subire più soprusi e di sapersi ribellare.

Dalla commemorazione di quel gesto nacque la marcia del Gay Pride. Orgoglio di essere sé stessi e non doversi nascondere.

2 comments:

restodelmondo said...

:'-) (Lacrimuccia di commozione, out and proud.)

AnelliDiFumo said...

Spero solo che la bottiglia di vodka fosse vuota, sennò sai che spreco. Che poi, a fare male, ci pensò la scarpa: un 48 col tacco.