Thursday, July 10, 2008

Auguriamo tanta vita a monsignor Fisichella

Il buon Dio non ci ha voluto risparmiare davvero niente. E così, di fronte al caso di Eluana Englaro che grazie a un tribunale adesso si potrà liberare di un tormento lungo 16 anni, ci tocca leggere le prediche di monsignor Fisichella che attacca la giustizia italiana con un argomento allucinante: il coma è una forma di vita.

Bene: visto che ci crede, auguriamo al monsignor cappellano una lunga vita - almeno altri trent'anni - magari attaccato a una macchina, come Eluana. Immaginiamo che pur non potendo esprimersi, leverà in cuor suo alte lodi al Signore. In fondo anche quella è vita.

1 comment:

omega said...

Vedi, il monsignore è un chiaro esempio di come, alle volte, bisognerebbe rimanersene zitti, e tacere. Ma credo che ne' lui, ne' l'allegra combriccola che gli sta dietro, impareranno mai questa virtù. :)