Tuesday, September 02, 2008

L'Arcigay incontra La Repubblica. 'Sticazzi!

Sapete che non faccio parte del partito anti-Arcigay per definizione, che anzi possiedo una tessera politica dell'associazione e, più d'una volta, ho tentato di difenderla dalle accuse ingiuste, tranne quando era francamente indifendibile. Come adesso.

In preda alla recente “comunicatite”, Arcigay ci informa che l’associazione “nelle persone del suo presidente Aurelio Mancuso e del suo segretario Riccardo Gottardi” (ma che è, un cinegiornale dell'Istituto Luce?) ha incontrato il direttore del quotidiano La Repubblica, Ezio Mauro.

E allora? È successo qualcosa di significativo? Repubblica sosterrà una campagna di stampa per i diritti delle persone lgbt? Farà pressioni sul Pd, suo partito di riferimento, perché abbandoni i clericali al loro destino? Si impegna a realizzare un’informazione corretta sulle questioni del mondo lgbt? O chiede scusa per la terribile gaffe (mettiamola così) del suo corsivista Francesco Merlo?

No, perché per una sola di queste novità sarebbe valsa la pena di stendere un comunicato, ma in assenza di una sia pur piccola apertura che senso ha scrivere quelle righe? Non mi pare che Mauro faccia la minima autocritica, almeno non in pubblico; anzi se ne viene fuori dicendo che La Repubblica è uno dei quotidiani più letti dalla popolazione omosessuale. E allora? Proprio per questo ci avrebbe dovuto pensare su molto bene, prima di trattare in quel modo la vicenda di Domenico Riso e soprattutto di replicare con le parole avvelenate di Merlo.

Questo ci interesserebbe. Dell’incontro fra questi tre gentiluomini, poco ci cale.
Qua ci vuole Nanni Moretti: con leader del genere non otterremo mai nulla!

(a dire la verità anche con finocchi del genere italico non otterremo mai nulla. e forse in politica e nel movimento abbiamo i rappresentanti che ci meritiamo...).

5 comments:

Anonymous said...

E questo è il risultato dell'incontro...
http://notiziegay.blogspot.com/2008/09/tot-e-peppino-la-repubblica-risultato.html

Un saluto da
Franco

Andrew said...

Ma basta! Poverini questi leader, segretari, membri del direttivo e presidenti nazionali e locali! Sono anni che lavorano per noi, anni ed anni di onorato servizi(ett)o pubblico ed è così che li ripaghiamo???

Capiti proprio a fagiUolo...

*Ti rendi conto che stiamo togliendo il pane dalla bocca, il rimmel dalle ciglia, la vasellina dal comodino, il biglietto per il Gayvillage dalla borZetta a delle povere eroine che in questi anni non hano fatto altro che sbattersi…per noi?*

AnelliDiFumo said...

La seconda che hai detto.

aelred said...

ahimé Sciltian, purtroppo temo che sia proprio così...

NoirPink - Modello PANDEMONIUM said...

Arcigay alla corte di Repubblica: niente scuse e tanta pubblicità. Per il giornale...
http://noirpink.blogspot.com/2008/09/attualit-arcigay-alla-corte-di.html