Saturday, July 07, 2007

Gay al governo in Germania, Uk e Ungheria

I governi europei si tingono di rosa - il rosa lgbt - e se non fa per nulla scalpore una ministra lesbica in Gran Bretagna, mentre è già più spettacolare il coming out di un'altra ministra, stavolta tedesca e democristiana, la sorpresa più grande arriva dall'Ungheria.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gabor Szetey, ha dichiarato pubblicamente la propria omosessualità, rivelando di avere una relazione stabile con uno chef. Subito sono arrivati gli attestati di sostegno anche dal premier socialdemocratico Ferenc Gyurcsany.

Proprio oggi nel centro di Budapest va in scena il corteo del Gay Pride, contro cui si sono schierati i movimenti conservatori, in ispecie il partito di estrema destra Jobbik (Migliori), che ha annunciato la presenza in massa dei suoi attivisti "armati" di macchine fotografiche per pubblicare l'identità dei partecipanti.

Proprio per questo è cruciale e significativa l'iniziativa del sottosegretario, che depotenzia la minaccia di "outing" attraverso un coming out.

3 comments:

Al said...

Cosa vuoi dire, che i gay sono bravi come gli altri a esercitare il lavoro che fanno?

Nessuno lo ha mai messo in dubbio.

FireMan said...

già, depotenziare un possibile outing, questo è il senso rivoluzionario della visibilità oggi; come anche la ministra tedesca che non penso abbia mai nascosto nulla ma lo ha mostrato al momento giusto, quando dichiararsi aveva un senso: presentava la sua compagna.
è la famosa terza via, oltre l'invisibilità di chi nega (a volte anche l'evidenza) e di chi espone al limite dell'ostentazione.

FireMan

Eugenio Mastroviti said...

Sarebbe veramente ridicolo se una minister omosessuale (fra l'altro: "minister" in inglese sono i sottosegretari) facesse scalpore nel Paese in cui a suo tempo non ha fatto scalpore un vicesegretario Tory bisessuale (Michael Portillo), il cui ex-compagno è morto di AIDS.