Tuesday, January 22, 2008

Dopo Prodi: Ruini o Bagnasco a Palazzo Chigi

Già almeno in due (e che due) hanno indicato il loro candidato preferito (!) per un governo istituzionale. Anellidifumo e Titollo concordano nel nome del cardinale Angelo Bagnasco per guidare le consultazione e formare il nuovo governo, il cui programma non solo è pronto, ma è stato anche annunciato pubblicamente.

In effetti, però, c'è un ostacolo. No, non si tratta del Concordato, ma dell'età di Bagnasco. Il presidente della Cei ha "solo" 65 anni e decisamente - lo hanno detto anche molti commentatori dei due blog - è troppo giovane per guidare il governo in Italia. Ma c'è una soluzione: Camillo Ruini. Il Vicario del vescovo di Roma compirà a breve 77 anni, dunque è abbastanza maturo e affidabile per guidare un governo di unità nazionale, come aveva preconizzato Gianni Agnelli.

Così saremo anche formalmente una teocrazia.

1 comment:

Anellidifumo said...

Sono talmente serio su questa proposta paradossale, che l'ho scritto a Napolitano. Gli ho anche spiegato: se però Bagnasco, con l'88% dei seggi in favore, non dovesse riuscire a raddrizzare l'Italia secondo ciò che lui crede giusto, e magari non riesce nemmeno ad assicurare la pace sociale al Paese, poi gli si dice di togliersi dalle palle e di starsene zitto per il resto della vita...