Sunday, August 05, 2007

Di Costantino, dell'Italia e della laicità

No. Non è di quel Costantino che stiamo parlando, ma di quell'altro, l'Imperatore, eretico ariano e poi convertito in punto di morte al cattolicesimo.

Di lui e del male che a causa sua - e di Teodosio dopo di lui - colpì l'Italia scrive oggi Eugenio Scalfari, in un lucidissimo editoriale sulla questione cattolica, una delle tante che affliggono il nostro paese
Probabilmente la più difficile da risolvere
anche perché di recente si è aggravata con l'interventismo e l'attivismo politico delle gerarchie ecclesiali.
A fronte di quest'offensiva le "difese laiche" appaiono deboli e soprattutto scoordinate. Si va da forme d'intransigenza che sfiorano l'anticlericalismo ad aperture dialoganti ma a volte eccessivamente permissive verso i diritti accampati dalla "gerarchia". Infine permane il sostanziale disinteresse della sinistra radicale, che conserva verso il laicismo l'antica diffidenza di togliattiana memoria.
Come dire meglio? Andatevelo a leggere.

No comments: