Thursday, May 17, 2007

Monsignore si dia una calmata

Chiara Saraceno è una dei maggiori esperti europei di famiglia, insieme a Marzio Barbagli. Entrambi hanno rinunciato a partecipare alla Conferenza nazionale sulla famiglia organizzata dalla ministra Bindi, a causa del mancato invito alle associazioni gay e lesbiche.

Dalla Saraceno arriva l'unica possibile risposta alle deliranti affermazioni di monsignor Betori, che ieri a Gubbio ha paragonato i gay a Federico Barbarossa.
PS: grazie a G. per la segnalazione.

1 comment:

Anonymous said...

Caro Aelred, grazie per la segnalazione dell'ottimo articolo della Saraceno. Il Betori monsignore questa volta però forse ha ragione, o meglio: sarebbe auspicabile che l'avesse. Barbarossa infatti, "è ricordato come il nemico della nazione. E se invece fosse il contrario? Lui e Federico II hanno rappresentato un'occasione mancata per l'Italia d'avere uno Stato e una cultura nazionali in senso moderno. Invece ha vinto la Chiesa e l'Italia ha dovuto aspettare secoli per diventare nazione" (cito da un articolo pubblicato su Liberazione). Non si abbia paura di dar ragione al Betori monsignore, dunque!

augie