Thursday, January 11, 2007

Dacci oggi il nostro sermone (anti-Pacs) quotidiano

Ancora? Ancoooooora!

Ma il Santo Padre non ha davvero nulla di cui preoccuparsi? Bambini che muoiono, anziani abbandonati, due terzi dell'umanità condannate alla fame, il terrorismo islamico, la libertà religiosa, i mercanti nel tempio, i preti pedofili, i cardinali spioni?

No, ancora una volta di fronte a esponenti politici, B16 ha ribadito la solita lagna, che i progetti per attribuire "impropri riconoscimenti giuridici" a "forme di unione" diverse dal matrimonio, sono "pericolosi e controproducenti" e finiscono "inevitabilmente per indebolire e destabilizzare la famiglia legittima fondata sul matrimonio".

Ha ragione la Iena sulla Stampa:
I pacs offendono la famiglia,

i pacs offendono la famiglia,

i pacs offendono la famiglia,

i pacs offendono la famiglia,

i pacs offendono la famiglia,

i pacs offendono la famiglia...

Oddio, si è incantato il Papa.

4 comments:

SacherFire said...

Mi viene il dubbio che alla fine, oltre che i politici, resteremo solo noi ad ascoltare cosa dice
(quale occasione migliore per potergli fare tutti insieme, mentre farà una pausa per respirare, una bella pernacchia)

festen said...

maledetta papessa

Stepa said...

Credo che sia solo invidia... Anche se un giorno avremo i pacs, la Ratzy non potrà mai usufruirne: cittadina di altro stato...

AnelliDiFumo said...

Io comincio a pensare che in realtà li voglia far approvare, in questo modo...