Friday, December 29, 2006

Veltroni il papista

Per la serie "Dove arriveranno i Ds?" (ormai una rubrica impietosa sull'ex maggior partito della sinistra italiana) sono costretto a segnalarvi una notizia che era passata inavvertita, causa sciopero (sacrosanto) dei giornalisti della carta stampata.

Come tutti voi saprete il vicariato di Roma - cioè, per parlar chiaro, il cardinale Ruini - ha rifiutato a Piergiorgio Welby la consolazione dei funerali cattolici, dopo che un medico ha accolto la sua richiesta, esplicita e motivata, di interrompere le cure accanite e ormai inutili che martoriavano il suo corpo e il suo animo. L'ultimo saluto al leader radicale dunque è arrivato sul sagrato della chiesa di San Giovanni Bosco.

Il 24 dicembre, però, in mezzo alla folla mancava il primo cittadino della capitale, Walter Veltroni, per solito solerte a presenziare dove non mancano fotografi e telecamere. Ma il sindaco di Roma aveva ben altro da fare: non così il giorno prima, quando aveva inaugurato la stele che ribattezza la stazione Termini stazione Giovanni Paolo II. Era lì, Veltroni, con Camillo Ruini e Tarcisio Bertone.

Complimenti al laico Veltroni, che perde l'elettorato laico senza conquistare i quattro gatti seguaci di Casini.
(qui a fianco, la vignetta che Le Monde ha dedicato alla vicenda di Welby, con un Cristo che scende dalla croce per staccarlo dai macchinari e portarlo a sé. Scomunicheranno Le Monde?)

5 comments:

disorder said...

Ecco, sei sempre puntualissimo. Io avevo seguito i due episodi, ma mi era sfuggita la coincidenza temporale (che rende ancor più grave la figuraccia di Veltroni...).

Anonymous said...

E i giornali, nonostante lo sciopero sia finito, continuano a tacere il fatto che la stazione Termini si chiama ora "Giovanni Paolo II"...
Ieri soltanto una lettera del sottoscritto su Liberazione e un paio di giorni prima la stessa nota pubblicata da Nuova Agenzia Radicale. Saluti, Paolo Izzo

Gabriele said...

E anche se scomunicassero Le Monde, quest'ultimo se ne infischierebbe.

AnelliDiFumo said...

Grande Le Monde. Tremendo Veltroni.

aelred said...

Gabo, ça va sans dire :)