Tuesday, June 27, 2006

Nemmeno la Svizzera per loro

Dopo 15 milioni 791mila e 293 schiaffi in pieno volto, Calderoli ancora farfuglia qualcosa e il povero Bossi biascica che "si va avanti lo stesso". Poco prima della chiusura dei seggi, il vecchio leader della Lega aveva promesso: "Se vince il No andremo in Svizzera".

Il No non ha solo vinto, ha trionfato. È stata una valanga, da Nord a Sud, comprese Milano, Mantova e Rovigo che hanno detto No a questo stravolgimento della Costituzione repubblicana. Ma Bossi - come dice Grillini - non può andare neppure in Svizzera: lì il matrimonio gay c'è già e, scherzi del destino, è stato confermato proprio da un referendum.

4 comments:

disorder said...

Ieri comunque ho sentito diversi leghisti parlare bene di Zapatero, tra cui lo stesso Calderoli...che si voglia già risposare? ;)

aelred said...

È vero, l'ho sentito anch'io. ha parlato bene anche di Blair, ma non si possono prendere solo gli aspetti "federalisti" delle loro politiche: tutto o niente!

SacherFire said...

Anche a Venezia ha vinto il no :)
Se calderoli parla bene di Zapatero c'è qualcosa che non torna. Nella testa di calderoli, ovvio

festen said...

a morte la lega