Sunday, June 04, 2006

Da quale pulpito

So che l'argomento che sto per usare è piuttosto rozzo e scontato, ma non manca di logica. E mi sembra necessario ribadirlo.

Il cardinale Caffarra, arcivescovo di Bologna, si scaglia con violenza anti-laica contro le unioni di fatto e soprattutto contro le unioni gay, che non devono essere riconosciute dallo stato - sostiene il porporato - perche "non custodiscono valori sociali... ma li usurano".

Due gay che vivono insieme non sono utili alla società, non procreano e non generano valori. Quindi non garantiscono la difesa dell'umanità.
Senti chi parla!
Uno dei massimi esponenti di un gruppo di soli uomini, che non conoscono (o non dovrebbero conoscere) le donne né il sesso; che non si riproducono, non procreano e non producono alcunché di utile alla società. E viceversa godono, loro e l'associazione di cui fanno parte, di innumerevoli privilegi. E molti altri ne chiedono e pretendono.
Viva la coerenza.

2 comments:

bo! said...

dalla padella alla brace.
...
era meglio dalla paella alla brace.
ma qua a bologna in fatto di porporati non scherziamo mai!

Anonymous said...

se fossero coerenti sarebbero estinti da tempo, brontosauri della morale (e non dell'etica).

ah, ti ho linkato.

baci
Korben