Sunday, May 14, 2006

Aussie gay

Anche i gay australiani, nonostante il governo conservatore di Howard, potranno celebrare un'unione civile, almeno nella capitale Canberra. Il Parlamento del territorio, Australian Capital Territory, ha approvato una legge che riconosce alle coppie dello stesso sesso gli stessi diritti di quelle sposate in aree come il testamento, la divisione della proprietà e la consultazione su questioni mediche.

Per evitare gli strali del governo conservatore federale, guidato da John Howard, l'assemblea di Canberra ha specificato che le unioni civili sono una cosa diversa dal matrimonio e ha stabilito che non saranno i funzionari federali a celebrare le unioni, ma dipendenti comunali iscritti a un apposito registro. Viva il federalismo.

No comments: