Saturday, March 04, 2006

Anna Oxa, il testo di Pasquale Panella

processo a me stessa

spuntava la primizia dei tuoi seni
come in mare due punte di scoglio
li hai messi nelle mani di chi afferra,
concessi come l'uva nella bocca
tu sei il limite di chi cerca la terra
tu sei il limite di chi ti tocca
tu sei l'antipatica e la bella
sei quasi nuda ossia vestita quasi
ma spogliata diventi un quesito
per chi ti abbraccia come un suo vestito
e “non ho niente” dici “non ho niente”
tutti pensano che non hai niente addosso
dici “vero ma quel che posso
il mio sentimento niente addosso”
tu sei il tuo processo ad ogni passo
ad ogni passo come se ballassi
tu sei la confessione ad ogni canto
e geme il godimento e gode il pianto
crediamo di creare i sentimenti
li leghiamo ai piaceri e ai tormenti
li diciamo coi sospiri e coi lamenti
li giuriamo come se non fosse vero
che noi proviamo quello che proviamo
li vogliamo assurdi come fantasie
li vogliamo credibili ma li diciamo
con parole incredibili e gli diamo
una ragione col cuore in mano
li vogliamo capire e non li capiamo
e così li soffochiamo con quelli che
noi crediamo sentimenti
spuntava la primizia dei miei seni
come in mare due punte di scoglio
li ho messi nelle mani di chi afferra,
concessi come l'uva nella bocca
Io sono il limite di chi cerca la terra
io sono il limite di chi mi tocca
io sono l'antipatica e la bella
io sono il mio processo ad ogni passo
la confessione di un mio gesto e' un ballo
io sono il mio processo ad alta voce
e, se confesso che respiro, io canto
facciamo un gioco bello come il mare
sono io mi faccio attraversare
Il corpo nudo un limite del mondo
si muove come l'acqua con i fianchi
si muove da vicino all'infinito
il tempo come leggere la sabbia
e noi pensiamo ai passi che lasciamo
ma l'orma dell'amore la ignoriamo
ci solleviamo, andiamo via di là
lasciando un vuoto di felicità

(P.Panella - A.Oxa - A.Miori)
Queste le parole, per la musica e l'intera esibizione andate qui. E complimenti alla Rai per il sito multimediale.

1 comment:

Anonymous said...

veramente i testi di panella sono due..

C.