Tuesday, January 10, 2006

In piazza per le unioni civili

Tutti in Pacs! Sabato prossimo, 14 gennaio, c'è un appuntamento importante per tutti noi che da anni chiediamo un riconoscimento per le coppie di fatto, in particolare quelle dello stesso sesso che non possono accedere all'istituto del matrimonio.

A partire dalle 14:30 ci riuniremo in piazza Farnese, a Roma, per manifestare e reclamare i nostri diritti. Tutti in Pacs è stato organizzato dalle associazioni gay, lesbiche, bisessuali e transessuali italiane e decine di persone, associazioni, politici hanno aderito all'evento e personalmente andrò anch'io in piazza, per quanto non sia un habitué dei cortei.

La stessa mattina, alle 10:30 al Café Renault di via Nazionale, si svolgerà il congresso della Liff, la Lega italiana delle famiglie di fatto fondata da Franco Grillini. È arrivato il momento di chiedere con forza quel riconoscimento che ci è dovuto e che la stessa Costituzione garantisce a tutti noi in quanto cittadini, senza distinzione di sesso e condizioni personali.

In piazza, come dicevamo, ci sarà anche un magistrato della Cassazione che unirà simbolicamente un gruppo di coppie di fatto (non so ancora se qualcuna composta da persone dello stesso sesso).
Per chi è di Milano e non si è organizzato, c'è un pullman gratuito del Cig-Arcigay di Milano: basta versare una caparra di 10 euro che sarà restituita una volta a bordo.
La partenza è prevista per le ore 6.45 all’angolo tra Via Bezzecca e Via Cadore ed il rientro avverrà in nottata. Per le prenotazioni è necessario versare 10 euro, che verranno rese soltanto a chi salirà sugli autobus.Per confermare la propria presenza ci si deve presentare presso i locali del C.I.G. in via Bezzecca, 3 in orari di segreteria da lun al ven dalle 16 alle 20, festivi esclusi. Telefono 02.54.12.22.25. Precedenza ai soci.

Tutti a Roma

2 comments:

AnelliDiFumo said...

Vi si aspetta a braccia aperte. E noi romani ci alzeremo verso mezzogiorno.

Anonymous said...

basta con l'idiozia di credere che il matrimonio gay sia giusto! No è invece l'esatto contrario e inoltre è una trovata publicitaria di una sinistra a caccia di voti! Già siamo sommersi da criminali, truffatori/ladri e problematiche finanziarie che investono le famiglie immaginate che caos se dobbiamo preoccuparci anche delle famiglie gay!!!!!!!!! Inoltre penso che il matrimonio tra gay potrebbe essere l'inizio di richieste da parte di questi anche per le adozioni!!! E'una cosa che non esiste.............