Saturday, December 24, 2005

Buon Natale con le Regine (censurate)

Reinas (con l'accento sulla -ì, nonostante quello che dice il bello e bravo Occhipinti) è il film giusto per festeggiare il Natale.

La pellicola racconta la storia di tre coppie gay che si preparano a sposarsi, viste attraverso gli occhi delle mamme (le vere Regine, come è giusto che sia nella vita di ogni gay che si rispetti). Film piacevole, divertente e in certo senso coraggioso, specie se pianificato a Natale in Italia. Ma la famiglia non è solo quella del senatore Pedrizzi...

Ovvio, quindi, che una solerte commissione censoria decidesse il divieto alla visione per i minori di 14 anni. Miserie di un paese che non sa nemmeno il significato della parola laicità e diritto; e approfitta della religione per ammantare di presentabilità la propria meschinità, piena di pregiudizi bigotti.
Non ci curiam di lor, e Buon Natale a tutti.

13 comments:

Gabo said...

D'accordo con te su tutto... ti rompo invece le scatole per precisare che la parola "reinas" porta l'accento sulla "e", non sulla "i" ;-)
Buone feste!

Disorder said...

Auguri!! E' vero, quest'anno c'è anche il NOSTRO film di Natale, evviva! Troverò sicuramente il modo di vederlo...
PS. A me tra parentesi l'Occhipinti ha sempre "convinto" fin da tempi non sospetti, e adesso (dopo aver letto l'intervista su Pride) ancora di più, che sia friendly o dei nostri, che metta gli accenti giusti o no :)

Larvotto said...

buone feste anche a te :)

aelred said...

Gabo, allora aveva ragione Occhipinti e torto io.
però in verità la pronuncia in Spagna è molto ambigua. Cmq Réinas sia

senzalimiti said...

io ho optato per "vizi di famiglia" con la fantastica shirley maclaine. "rainas" andrò a vederlo appena torno dal mare, sperando sia ancora fuori...auguriiii

Br1 said...

intanto qui, un milione di abitnati, Reinas non c'è ancora. Ma dico io, volevo festeggiare il natale con un buon film per famiglie (di fatto) e alla fine ho ripiegato con una serata casalinga a vedere "Scandalo a Londra" (o "touch of pink" che dir si voglia). Perchè a Natale qualcosa di gay è d'obbligo...
ciao

aelred said...

delizioso "Touch of pink". dovrebbero trasmetterlo in prima serata.

AnelliDiFumo said...

Io c'ho un tale bisogno di leggerezza che quasi quasi pareggia il bisogno di trovare un senso.

AnelliDiFumo said...

BENJAMINOOOOOOOOOOOOOO hai reso privaato il tuo blogg'?????? MA DICOOOOO!!!! CON QUALE DIRITTO!!! Sigh sigh, io ci venivo a leggiucchiare ogni tanto, e adesso, adesso che faccio??? sniff sniff... ;-)

(Aelred, grazie per l'ospitalità, fai funzionare i tuoi buoni uffici, va)

aelred said...

guarda, Anelli, che il blog di Benjamino prima di diventare privato è stato chiuso...
comunque sempre lieto di ospitarti

disorder said...

Ne ho parlato anch'io, dopo averlo visto. Sull' infondatezza assoluta della censura avevi assolutamente ragione.Il film mi è piaciuto come idea, ma non troppo come realizzazione.

AnelliDiFumo said...

Aelred, concordo con Disorder, il film è lodevole per l'intento, ma fatto maluccio. Oltre a ciò, ho riso dentro al cinema e fuori dal cinema mi sono sentito più o meno come si sente un cittadino illuminato della Repubblica Islamica dell'Iran. Solo dieci anni fa "je magnavamo in testa" alla Spagna, da tutti i punti di vista. Adesso, apprendiamo dai loro film come dovrebbe funzionare il mondo nei paesi civili. Che fico.

p.s. Non sapevo che Benjamino avesse chiuso. Censura?

Timmy said...

Concordo! Splendido il film!
Soprattutto... adoro l'attore Unax Ugalde...
Bacio a tutti e buon 2006!